Acone, Leonardo

 

Leonardo ACONE insegna Letteratura per l’infanzia, Storia della Pedagogia e Storia della Scuola presso il Dipartimento di Scienze Umane, Filosofiche e della Formazione dell’Università di Salerno. Si occupa dei rapporti tra letteratura, musica, arti ed infanzia, frutto di studi iniziati nel 2000 presso le Università Paris 8 e La Sorbonne di Parigi. Approfondisce anche un ambito di ricerca relativo all’intersezione tra la letteratura per l’infanzia e l’infanzia nella letteratura, con specifici riferimenti agli orizzonti storico-pedagogici riscontrabili nella produzione letteraria italiana e straniera, e con particolare attenzione rivolta alla narrazione delle infanzie difficili intesa come dispositivo pedagogico. Particolarmente attivo in ambito interculturale, è referente scientifico de Le giornate dell’intercultura e di una serie di progetti sull’interletteratura in ambito formativo. È coordinatore scientifico del Laboratorio Pedagogico di Storia e Letteratura dell’Università degli Studi di Salerno. Componente di numerosi comitati scientifici di collane e riviste, è direttore delle Collane La libreria di Stardi (Ed. Sinestesie), I giochi di Gargantua (Ed. SaremoAlberi), Il colore del grano (Ed. Delta3). Tra le pubblicazioni si segnalano le principali monografie: L’infanzia inventata (2005 – 2007); Da Lilliput a Metropoli (2008); La Sila dei briganti (2009); Il fanciullino di legno (2012); Le mille e una nota (2015); Bambini e ragazzi tra bande e paranze (2018).

Lascia un commento