Commentati per voi, Temi di lingua

Lingua e musica a Sanremo 2021: il prof. Fabio Rossi per Raduni Musica

In occasione del settantunesimo Festival di Sanremo (2-6 marzo 2021), il Prof. Fabio Rossi è stato protagonista della rubrica #pilloladelprof della redazione di Raduni Musica. Ogni giorno, per tutta la durata del Festival, sono stati analizzati alcuni testi dei brani in gara. Potete rivedere qui le singole #pilloledelprof: I #pilloladelprof II #pilloladelprof III #pilloladelprof IV… continua a leggere

Commentati per voi

Le idee di Lia Stancanelli su lettori e scrittori oggi

La preside Lia Stancanelli ci dà l'interessante punto di vista di chi, oltre ad amare la letteratura e la lettura di per sé, guarda ai fenomeni con l'ottica della didattica scolastica e della ricerca di nuovo materiale e di idee creative per coinvolgere gli studenti.Per una lunghissima stagione della mia vita (vent’anni, più o meno)… continua a leggere

Commentati per voi

Le idee di Raphael Merida su lettori e scrittori oggi

Ecco le idee di Raphael Merida (dottorando di ricerca dell'Università di Messina) su lettura e scrittura in Italia oggi:«È ormai da parecchi anni che si trascina l’idea di un popolo non attento alla lettura: in parte è vera, perché oggi, così come quando scrivevano Leopardi e Bonghi, in Italia manca il senso di coesione; d’altra… continua a leggere

Commentati per voi

Le opinioni di Guglielmo Pispisa su lettori e scrittori oggi

Guglielmo Pispisa apre il nostro dibattito sulla letteratura, lanciato nella prima pagina di DICO all'inizio di settembre 2015:«Non si può non essere d’accordo con Borghi e con Leopardi. Attualissimi ancor oggi. Riguardo a Gramsci, direi che la situazione da allora è un po’ cambiata. Dagli anni cinquanta in poi, una lingua di registro medio in Italia s’è formata… continua a leggere

Commentati per voi

Avete letto scrittori italiani o scrittori stranieri, sotto l’ombrellone?

Perché gli italiani leggono poco? E scrivono poco? E male? Inviate a DICO le vostre opinioni in merito Perché la letteratura italiana non sia popolare in Italia, si chiedeva, a metà Ottocento, l’intellettuale, docente universitario e politico napoletano Ruggero Bonghi (potete leggere qui il suo saggio da cui citiamo). Ovvero, in termini moderni, perché non esiste… continua a leggere